Pannelli fotovoltaici come soluzione per i problemi energetici dei paesi Africani

I prezzi dell'energia

L'elettricità negli USA e nel Regno Unito costa circa 10-15 centesimi al kWh, quando il costo al kWh del cherosene per l'energia in un villaggio rurale del Kenya è di 8 $ . Fino al 30 % del reddito di una tipica famiglia africana viene speso per il cherosene. Il costo di una ricarica telefonica è anche 400 volte più alto in Africa rispetto agli Stati Uniti. Questa è un’enorme differenza. Il costo per i sistemi fotovoltaici standard è ancora troppo alto (a partire da 50 $) per l'utente medio africano. " Le persone più povere del mondo non solo stanno pagando di più per la loro energia, ma stanno pagando una quota sproporzionata", come afferma Simon Bransfield - Garth, CEO di Azuri Technologies.

Come possono i pannelli fotovoltaici cambiare la dura vita degli abitanti dei paesi africani?

 

Modelli risolutivi

Ci sono due idee generali , che possono aiutare a diffondere i pannelli fotovoltaici tra i poveri cittadini dei paesi africani :

a) Azuri Technologies suggerisce il modello Pay-As-You-Go (PAYG), offrendo l'installazione di pannelli fotovoltaici che contengono 2-5 watt a pannello e un’unità di controllo che alimenta le luci a LED e carica dispositivi come i telefoni cellulari al costo di circa 10 $. Costa meno della metà del prezzo settimanale del kerosene e viene attivato da un codice ottenuto tramite l'acquisto di schede da grattare, che viene poi inviato alla società tramite un messaggio SMS.

I clienti ricevono dall’ Azuri Technologies, un altro codice che inseriscono nel loro sistema di pannelli fotovoltaici.

b) Angaza design propone, invece, una transazione autenticata dal telefono cellulare, basata sul sistema M- KOPA (che è la variante della rete mobile a pagamento M - PESA ).

Entrambe le idee sono già popolari: Azuri supera più di 21 000 clienti, Angaza 30 000 e sono

entrambe diffuse in tutto il continente grazie al passaparola, che fa acquisire un gran numero di clienti.

 

Ognuno nel mondo merita una vita degna e felice, il futuro dei pannelli fotovoltaici in Africa

È molto probabile che nel giro di pochi anni i sistemi fotovoltaici saranno una delle fonti primarie di energia in Africa. Non si tratta solo di energia economica, pulita e disponibile, ma soprattutto sana. Rispetto al kerosene, che contribuisce alla diffusione di tumori polmonari, non colpisce il corpo umano. Il cherosene, inoltre, è infiammabile, quindi è davvero pericoloso per le famiglie africane. All’aumento di popolarità dei sistemi fotovoltaici, non contribuisce solo il passaparola, ma anche l'attività di molte organizzazioni , come ad esempio http://www.solar-aid.org/ e molte altre, che lottano per un futuro più luminoso per le persone in Africa.

Categoria: 

Commenti


Scopri quanto si può guadagnare utilizzando clean and free solar energy!Calcolare il risparmio

Archivio